La Pescheria di Chioggia

pubblicato in: Arte&Storia | 0
pescheria-di-chioggia

A Chioggia, il mercato del pesce è un’istituzione antica, dato che la pesca è sempre stata fra le attività principali della città. Il variopinto mercato si trova tra la Piazza e il Canal Vena, dietro Palazzo Granaio ed ospita una trentina di postazioni di pescivendoli, chiamati mògnoli, che vendono pesce di tutti i tipi, perché Chioggia è un punto d’incontro anche di pescatori non chioggiotti.

L’accesso principale al mercato è dato dal “Portale a Prisca”, scolpito dal padovano Amleto Sartori.

Il pesce fresco si scarica dai pescherecci nel mercato all’ingrosso alle quattro del mattino, viene subito contrattato, e quindi viene distribuito per la città o destinato agli altri mercati italiani ed europei.  La produzione locale, apprezzata per le particolarità organolettiche dovute ai bassi fondali, riguarda varie specialità, sia pregiate (sogliole, branzini, orate, capesante), sia modeste (alici e sarde).

É sempre sostenuta la richiesta del pesce dal costo accessibile (seppie, calamari, canocchie, gamberi, granchi, polipi) e quella dei mitili (peoci, bevarasse, caparossoli).

Per la vivacità che lo caratterizza, il mercato del pesce di Chioggia è da sempre una tappa obbligata di tutti i turisti.

ORARI

È possibile visitare la pescheria tutte le mattine tranne il lunedì.